Una settimana ricchissima di eventi al Virginian!

Mercoledì 12 febbraio, ore 21.30

Pessoa

Il LIBRO DELL’INQUIETUDINE, è un’opera di Fernando Pessoa attribuita all’eteronimo Berardo Soares. Pessoa stesso definì la personalità fittizia del suo pseudonimo come un semi-eteronimo: “una semplice mutilazione della mia personalità: sono io senza il raziocinio e l’affettività.” Bernardo Soares è un modesto impiegato in un ufficio (Vasques e Companhia) della Baixa di Lisbona e molti frammenti del libro sono dedicati alle sensazioni evocate dalla città, poiché è dal rapporto fra subconscio e mondo esteriore che Bernardo Soares parte per creare la sua inquieta metafisica.
Reading letterario di e con Fernando Maraghini

Venerdì 14 febbraio, ore 21.30

scarafaggi

Un viaggio in musica attraverso la storia della band più celebrata del secolo: i Beatles.
Non è, però, semplicemente un ripercorrere le tappe della storia dei “fab four” attraverso canzoni e aneddoti. Lo spettacolo è incentrato sulle novità che i Beatles hanno introdotto nel mondo della musica: l’utilizzo di alcune tecniche di registrazione mai sperimentate prima, la contaminazione con le sonorità indiane e arabe, primi a usare il sitar nelle loro canzoni ad esempio, la sperimentazione di testi sempre più immaginifici e sorprendenti.

Con Dory d’Anzeo, Carlo Ballantini, Roberto Tiezzi, Roberto Bichi, Alessandro Gallorini.

Sabato 15 febbraio, ore 17.00 e 18.00

polvere di spezie

Un mondo fatto di piccolissimi elementi naturali (semi, radici, fiori, frutti e cortecce) ognuno custode di un universo da assaggiare. Ogni spezia, si sa, è differente dall’altra: ognuna ha la sua forma, il suo colore, il suo profumo e il suo aroma particolare, ma non tutti sanno che ognuna racchiude in sé una proprietà da conquistare.

Non si può solo guardarle da dietro il vetro dei barattoli, per conoscerle veramente bisogna aprire i tappi e assaporarle con gli occhi, il naso, la bocca, la pelle, attraverso un’esperienza percettiva che coinvolga tutti i sensi e poter ascoltare così la storia che vogliono sussurrare.
Gli spettatori sono invitati ad entrare in una strana tenda fatti di panni stesi, ognuno si può accomodare ben bene sul suo cuscino. Un vecchio carretto impolverato pieno di scatole e scatolette, barattoli e cassetti, spinto da una buffa donnina uscita da chissà quale libro di fiabe, foresta incantata o cartone animato è lì ad attenderli per diventare il piccolo teatro di una fiaba dai colori orientali. Gli scenari della magica avventura compariranno quasi per incanto grazie all’utilizzo di una scenografia pop‐up.

…gli spettatori più piccoli saranno coinvolti così in una esperienza divertente e piena d’incanto attraverso l’interazione guidata e diverse tecniche di teatro sensoriale e di narrazione, tanto da diventare alla fine proprio loro i veri custodi di questo magico mondo!

Lo spettacolo ha la durata di 35‐40 minuti ed è per un numero limitato di spettatori (max 40). Gli spettatori sono invitati a portare un cuscino poiché lo spettacolo si svolge in una tenda, parte integrante della scenografia.

 di e con Sara Allevi
per info e prenotazioni 334 3425268 o 334 3385046

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...